Oltre la tregua

Oltre la tregua
Dopo sette giorni di tregua, venerdì Israele e Hamas hanno ripreso i combattimenti. Al centro vi sarebbe il mancato accordo per la liberazione degli ostaggi militari israeliani. Mentre il futuro del conflitto è ancora da scrivere.
In questa fase entrambi hanno beneficiato del cessate-il-fuoco. Israele mira a recuperare il numero massimo di ostaggi – le trattative hanno consentito di liberare 83 cittadini israeliani. La proroga ha anche fornito allo Stato ebraico tempo prezioso per delineare una tattica da applicare alla Striscia.
Così il rinvio dei combattimenti ha permesso ad Hamas di riorganizzarsi sul piano militare.
Giacché pochi giorni non sono sufficienti per apportare benefici concreti, la milizia sunnita spera in un cessate-il-fuoco prolungato che ponga fine alle ostilità.
Intanto la battaglia non si è ancora spostata nei tunnel sotterranei, dove sono detenuti gran parte degli ostaggi. Per Israele combattere nella fitta rete di cunicoli – lunghi circa 350 chilometri e situati a 45 metri di profondità – sarebbe oltremodo complesso e dispendioso.
Secondo fonti dell’intelligence statunitense Hamas sarebbe ancora in grado di operare nel nord della Striscia, come avvalorato dal luogo prescelto dalla milizia per la liberazione degli ostaggi. E gli apparati washingtoniani hanno comunicato a Israele che ritengono insostenibile condurre un’operazione militare nella zona meridionale.
Il dibattito tra Israele e gli Stati Uniti prosegue. Washington vorrebbe impedire l’allargamento del conflitto (anche) per preservare gli Accordi di Abramo. Ma l’eventuale interruzione permanente delle ostilità si tramuterebbe in una sconfitta militare difficilmente accettabile per Israele. Con Hamas ancora integra e lo Stato ebraico privo di profondità strategica nella zona settentrionale della Striscia. Già in attesa di un nuovo fuoco.

OFFERTA ABBONAMENTI

Offerta abbonamenti

Abbonati a 12 numeri di DOMINO a 100 euro

compresi i costi di spedizione*, invece di 120 euro.

L’abbonamento comprende 12 numeri (mensili) a decorrere dalla prima uscita successiva alla sottoscrizione.

*tariffa valida per l’Italia. Il prezzo per gli abbonamenti con consegna fuori dall’Italia varia a seconda del Paese di destinazione e viene calcolata una volta inserito l’indirizzo

Subscription