Autore: P. Figuera

La Russia (non) sta a guardare

Al di là della retorica, Mosca non può scaricare né Israele né l’Iran. E mentre sogna un successo diplomatico, le cancellerie mediorientali ricordano i fallimenti […]

Guerra e politica non preoccupano i russi

Alle elezioni di marzo l’unico avversario di Putin è stata l’apatia. Mentre si rafforza l’identificazione tra Stato e regime Le elezioni presidenziali del 15, 16 […]

Due anni di guerra, trenta di Putin?

Il secondo anniversario del conflitto precede l’elezione che consacrerà l’ennesimo mandato di Putin, valido fino al 2030. E forse non è un caso Con l’avvicinarsi […]

Per la Russia Taiwan non esiste (davvero)

Vista da Mosca la questione taiwanese è semplice riflesso dei rapporti con Pechino e Washington. Per l’Orso l’Indopacifico resta quadrante alieno  «Alle ore 23 del […]

Per Israele la coperta è corta

La speranza israeliana di recuperare sicurezza si scontra con il corso degli eventi. Il conflitto asimmetrico non è sostenibile, specie in assenza di una tattica […]

Il secondo fronte conviene alla Russia

La guerra tra Israele e Hamas distrae gli americani dal teatro ucraino. Ma pone il Cremlino davanti a impulsi confliggenti: l’opposizione all’Occidente e la necessaria […]

La Romania si muove nell’ombra (per ora)

In nome del maggiore pericolo russo, Bucarest ha temporaneamente archiviato i dissapori con Kiev e i sogni di annessione della Moldova. In attesa del dopoguerra […]

L’Africa russa dopo Wagner

Morto Prigožin, Mosca continuerà a utilizzare i mercenari per penetrare gli Stati africani. Troppo utili per mascherare le sue intenzioni e premere sull’Occidente Quando nei […]

La Russia combatte una guerra alla volta

La necessità di ottimizzare le risorse e conservare il fronte interno suggerisce al Cremlino di graziare Prigožin. Per ora. Mentre a Mosca serpeggia ottimismo per […]